Il mio “nuovo” NAS una storia Promise

Pubblicato da Andrea il

Lo scorso marzo ho aggiornato alla SR 1.1 il mio NAS, uno Smartstor NS4600N acquistato in Dicembre per sostituire un Promise Smartstor NS4300N.

 

 

Appena terminata questa operazione il NAS è diventato instabile. Come potete leggere nel avsforum, l’esperto di Promise Technologies, nick name PromiseNasDude, scrive dei problemiconla Service Release 1 e 1.1. Questa nuova releases ha introdotto molte nuove funzioni ma anche  alcuni problemi con i vecchi servizi DLNA e BitTorrent (gli unici di cui avevo bisogno):

  • Nuova interfaccia grafica
  • Supporto iSCSI Target
  • Web File Management Center
  • DLNA 1.5 Certificato
  • Squeezebox server
  • Web based Download Center
  • Schedulazione di backup/restore su hard disk esterni
  • Più funzionalità di risparmio energetico

Non si può fare il downgrade da questa release, Promise mi ha quindi cambiato il server con uno nuovo ed ora aspetto la prossiama S.R. per l’upgrade.

Ho fatto alcuni test delle funzionalità hardware più interessanti:

  1. Online RAID Expansion
  2. Gigabit Performance
  3. e-Sata Port

Ho già tre Hard Disk da 750 GB configurati in RAID 5, ho comprato il quarto e o provato ad espandere l’array di 1.385GByte.

 
 
 

Il nuovo drive è differente dagli altri, è un Samsung da 750GByte; la modifica dei parametri necessaria ad espandere la catena, dopo che il nuovo disco è stato inserito, è semplice come si può percepire dalla prossima immagine.

 
 

E’ lento, c’è voluto circa un giorno, ma tutti i dati sono rimasti disponibili durante l’upgrade e tutto è andato bene!

Un’altro miglioramento rispetto al Promise NS4300N è il transfer rate sulla scheda di rete integrata Gigabit Ethernet, con 591MBit di utilizzo in CIFS si possono trasferire fino a 30 MByte/s con una catena di 3 dischi contro i 16MByte/s che si raggiungevano con gli stessi tre dischi nel vecchio NS4300N.

 

 
Test dopo l’allargamento del volume RAID.
 
 

La porta eSata sul retro è un plus; si può usare per espandere lo spazio interno o per fare il backup di tutti PCs allo stesso tempo come ho fatto.

 

 

Si può agganciare un Hard Disk  eSata per il back-up e spostarlo in una stanza differente o in garage.

Come ho letto su Internet “il mondo è diviso in due grupppi di persone, chi ha già perso dei dati e chi li sta per perdere!”.

Alcuni non capiscono la differenza tra alta affidabilità (RAID 1,5,6,10) e Back-up, la frase più frequente è “ho un RAID 1 o 5 e non ho bisogno di un back-up”, ovviamente basta chiedergli “dove puoi trovare i tuoi dati quando qualcuno avrà rubato il tuo disco o quando accidentalmente cancellerai la directory sbagliata?”

Tip del giorno: Fate il Back-Up dei vostri dati!!!

Categorie: Informatica

0 commenti

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.