Test di NetApp ONTAP Select VM 9.1RC1D1

Pubblicato da Andrea il

ONTAP Select è il prodotto SDS di NetApp.

Ho testato NetApp Edge in passato, una versione virtuale dei NetApp Filer, ma limitata a 10TB in una singola VM.

Questo prodotto invece è destinato alla produzione con una configuraizone massima di 4 nodi in HA con tutte le funzionalità del software ONTAP Cluster 9.

Le opzioni di installazione sono due:

  • Single node
  • 4-node cluster (2 HA pairs)

Con un limite di 100TB di capacità raw per nodo, ogni cluster può gestire ben 400TB (4 x 100TB) di dischi RAW.

Ho installato un singolo nodo (la DEMO ha un numero limitato di TB) su ESXi 6 server con storage flash, Ho provato sia con dischi VMDK che con RAW Device mapping.

Ho creato una LUN da 4 TB

select1

I avviato il rescan dei dischi sul cluster ESXi Cluster (è composto da 6 blade di un Lenovo FlexSystem Blade).

select2

I fatto il deploy del template dal file OVA che richiede 16GB Reserved, 4 Core Reserved, e vsphere 5.5 u3 o successivo in una LUN da 2.3 TB.

select3 select4 select5 select6 select7 select8

Ho avviato la nostra macchina ed ora è attiva

select9

Ho verificato la configurazione e impostato il DNS lanciando il comando

select10

Ho utilizzato il System Manager per gestire via HTTPS il cluster, questa è la dashboard iniziale

select11

Per prima cosa ho assegnato al nodo il disco standard da 50 GB e creato l’aggregato aggr1

select12

Poi ho aggiunto 5 Dischi da 250 GB al nodo per allargare l’aggregato, prima considerazione, c’è solo il RAID 0, quindi se aggiungi 1 disco o 10 (come nel mio ultimo test) il risultato è il medesimo.

Ho definito un IPspace e creato una SVM Storage Virtual Machine

select13

select14

select15

Dopo aver abilitato il CIFS, aggiungendo le informazioni di Active Directory, ho creato il volume e la condivisione, guadagnando l’accesso alla cartella.

Windows riporta 150 MBps write e 150/350 MBps read (quando utilizza il primo livello di cache di lettura fornito dal system buffer cache) con schede 10 Gbit nella mia configurazione

select16

select17

Questa è la VMware network chart in realtime con performance di 158/265 MBps:

select18

Lo stesso risultato si ottiene con un disco in Raw Device Mapping, non male ma spero di ottenere risultati migliori con il mio prossimo articolo 😉

Seconda considerazione, le richieste minime vanno rispettate, le vCPUs sono sempre a livelli molto alti , 4 vCPU sono il minimo ma per la licenza premium si devono metter in conto 8 vCPU e 64 GB ram.

 


0 commenti

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.